Chiunque durante la propria vita può aver accusato disturbi riconducibili a fenomeni infiammatori come, ad esempio, dolori muscolari, eruzioni cutanee, problemi gastrointestinali mal di testa frequenti e molto altro ancora. La moderna immunologia ci spiega oggi la  stretta relazione tra una dieta squilibrata, l’infiammazione, e il mantenimento di malattie e condizioni specifiche. Considerando che le nostre abitudini alimentari possono essere sia una fonte di infiammazione sia una soluzione ai nostri sintomi, è importante conoscere il livello di infiammazione legata al cibo e le azioni specifiche che possiamo mettere in atto per ripristinare il benessere. Disturbi come l’artrite, la dermatite, la colite, le malattie autoimmuni, il mal di testa e l’emicrania, la tosse, l’acne, la rinite, il gonfiore, la cistite e la candidosi ricorrente, sono le valvole di sfogo di una simbolica “pentola a pressione” che rappresenta l’organismo infiammato. Alimenti comuni e di per sé sani come frumento e glutine, latte e latticini, cibi fermentati e cibi contenenti nichel, quando sono mangiati in modo eccessivo o ripetitivo possono generare risposte infiammatorie sistemiche.

Attraverso il BioMarkers Food Inflammation Test viene misurato il livello di infiammazione dell’organismo e verrete guidati verso la riconquista del benessere grazie all’individuazione di un profilo alimentare personalizzato.

 

Contattaci subito per avere maggiori informazioni sul nostro test per le intolleranze alimentari a Palermo!

Open chat